folignonline
Edizione del 21 Settembre 2018, ultimo aggiornamento alle 21:24:54
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 23 Aprile 2018 alle 14:41:53

Quintana, Metelli: 'Le perizie ci lasciano senza parole: sono un vero e proprio attacco alla manifestazione'

Il presidente dell'Ente Giostra sui risultati dei consulenti della Procura per la morte di Wind: 'Non tengono conto di tutto cio' che abbiamo fatto per la tutela e la salute del cavallo'

"La perizia ci lascia senza parole e non tiene conto di tutto ciò che abbiamo fatto sul fronte della tutela e della salute del cavallo". Sono queste le parole del presidente dell'Ente Giostra Domenico Metelli dopo le oltre 1200 pagine che sono state depositate dai consulenti della Procura, l'ingegner Giovanni Capecci e il dottor Marco Montana, richieste dal pm Mattei a seguito dell'inchiesta aperta a seguito dell'incidente di Wind of Passion, il cavallo del rione Giotti, infortunatesi durante la Giostra di giugno 2017 e morto il giorno successivo.


"Per quanto riguarda la pista - è spiegato nella nota - l'Ente ha operato coinvolgendo i massimi organismi tecnici della Fise, del Ministero della Salute e del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali chiedendo loro un supporto nella ricerca della pista migliore che consentisse le performances dei cavalli nella massima sicurezza".


E poi la velocità. "Non è certo aumentata la velocità. Infatti, i tempi delle ultime Giostre sono gli stessi realizzati sulla vecchia pista in sabbia. A proposito del raggio di curvatura, la pista è così da 70 anni e l'unica modifica riguarda il miglioramento dell'appoggio del cavallo grazie ad una leggera parabolica del 4%. Tutti gli interventi sono stati consigliati dai tecnici sopra citati e, ad ogni buon conto, ricordiamo che il cavallo si è infortunato sul rettilineo e non in curva.


E poi le accuse che vengono mosse al tecnico incaricato dal Maapf Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, dottor Carlini, che ha certificato la pista."Per quanto riguarda la pista, l'Ente esprime solidarietà al dottor Francesco Carlini che l'ha certificata".


E poi quei passaggi sull'uso della lidocaina, un anestetizzante proibito exconsiderato dopante. "Nella perizia poi si parla anche di uso di lidocaina. Dalle notizie in nostro possesso tale farmaco è usato copiosamente in tutte le sale operatorie. Ricordiamo ancora che il cavallo è stato operato a mezzanotte, l'intervento era riuscito ed abbiamo anche le foto inviate dal professor Pepe con Wind of Passion poi, al mattino si è verificato il fatale arresto cardiaco. Per noi si è trattato purtroppo di un fatale incidente. Tutto il mondo della Quintana è scosso e l'Ente esprime tutta la solidarietà al priore del rione Giotti".


"Nei prossimi giorni, riuniremo tutti i nostri legali ed i nostri tecnici per contraddire le conclusioni della perizia, che non condividiamo e che, a caldo, ci sembrano un vero e proprio attacco alla manifestazione".


E poi un ulteriore sfogo. "Non nascondiamo che venerdì scorso, durante il Comitato Centrale, molti di noi erano decisi a rassegnare le dimissioni proprio perché la manifestazione è oggetto di continui attacchi nonostante sia andata sempre alla ricerca, in questi ultimi 20 anni, dei cavalli più idonei e dei metodi di allenamento all'avanguardia. La nostra attività poi ha raggiunto l'apice con la nuova pista per la quale abbiamo sostenuto una spesa ingente, finalizzata alla tutela del cavallo, il principe della Tenzone. Ora non rimane che continuare a lavorare perché la Quintana appartiene alla città e non ci stancheremo di spiegare ancora una volta quanta attenzione e quanto amore riserviamo ai cavalli". 


Le perizie.


Le perizie depositate, infatti, hanno sortito l'effetto di una bomba fra tutto il popolo quintanari e i folignati in genere. Montana parla di maltrattamenti "per la somministrazione di Lidocaina per mascherare i segni clinici che potevano portare a fermare il cavallo prima dell'incidente. Una somministrazione di anestetico locale per mascherare la sintomatologia di una lesione già presente prima della manifestazione o per evitare il presentarsi della stessa sintomatologia durante la manifestazione".
"E' da considerarsi imprudente - ha scritto nella sua perizia, invece, Capecci - da parte degli organi preposti al controllo aver autorizzato l'utilizzo di cavalli purosangue, sebbene non vietata, in un circuito di gara con caratteristiche (raggi di curvatura e fondo) non paragonabili ad un ippodromo nonostante la velocità di gara sia equivalente".


Capecci aveva effettuato diversi sopralluoghi al Campo de li Giochi disposti dal pubblico ministero di Spoleto, Patrizia Mattei: l'ingegnere aveva effettuato una serie di misurazioni circa lo sviluppo della pista di gara, puntando l'attenzione in particolar modo sulle curve e confrontandole direttamente con i disegni della progettazione curata dalla ditta Equiteria, l'azienda internazionale specializzata, per l'appunto, nella realizzazione di piste per campi di gara equestre.Le conclusioni a cui è arrivato il dottor Montana parlano di "condotta negligente dei responsabili del cavallo per non aver dimostrato in modo evidente il recupero atletico a seguito dell'intervento chirurgico del 2015".


Ancora. "E' da considerarsi lesiva di condotta di perizia, diligenza e prudenza la mancanza di valutazione delle caratteristiche del fondo da parte del tecnico del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Una approfondita valutazione obbligatoria stante che il materiale del fondo presente non risultava essere in uso presso strutture dove i cavalli sviluppano una velocità paragonabile a quella della Quintana e che lo stesso fondo era stato collaudato per una velocità totalmente diversa da quella reale".


Parla di tracciato "critico", l'ingegner Giovanni Capecci "ossia che può generare sollecitazioni impegnative tenuto conto delle velocità raggiunte durante le tre tornate di gara".


"Imprudente l'utilizzo di purosangue, sebbene non vietato, in un circuito di gara con caratteristiche (raggi di curvatura e fondo)". Capecci parla anche di pareri tecnici non acquisiti. "Per ammissione del funzionario della Prefettura: ‘... in occasione della giostra del giugno 2016, non si è provveduto ad acquisire il parere tecnico in quanto nessuna variazione era intervenuta rispetto alla precedente edizione'. Solo nell'edizione del settembre 2016 si cercò di rimediare introducendo una sorta di collaudo redatto dalla stessa ditta Equiteria e acquisito dall'Ente Giostra senza alcuna verifica da parte di un tecnico abilitato. Il tecnico incaricato MiPAAF prendeva atto di tale relazione e nel verbale della successiva edizione del giugno 2017 ne riproponeva le conclusioni circa l'idoneità del fondo".


La scelta di una pista sicura. Nel 2015, ricordiamo che era stato il tecnico del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Walter Baldini, ad aver indicato quali tipi di pista da realizzare prendendo esempio dagli altri campi di gara realizzati in altre parti d'Italia. L'Ente Giostra aveva scelto la ditta Equiteria, la n.1 non solo in Italia ma in Europa, per la sua realizzazione: senza badare a spese pur di tutelare al massimo la salute dell'animale e dei suoi cavalieri. "Facciamo il top delle piste - aveva dichiarato il presidente - La più costosa, ma anche la più sicura d'Europa".


Cosa era accaduto a Wind of Passion. Wind of Passion durante la Giostra del 17 giugno 2017 aveva riportato una lesione all'apparato di sospensione del nodello degli arti anteriori. Ricoverato in clinica era stato prontamente applicato un bendaggio rigido in anestesia generale ed approntata una terapia di sostegno per stabilizzarlo e per poter procedere con un eventuale intervento chirurgico. Ma la mattina successiva intorno alle ore 7.15 il cavallo era purtroppo deceduto in seguito ad un arresto cardiaco".


Preoccupazioni per la Giostra di giugno.  Le perizie depositate in Procura possono mettere a rischio la Giostra di giugno? E' questa la domanda che i contradaioli e folignati si stanno ponendo in queste ultime ore. E, appunto, saranno i legali degli 11 indagarti a dettare l'iter da seguire.


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Principe
Vus Com
Sicaf