folignonline
Edizione del 20 Agosto 2018, ultimo aggiornamento alle 22:24:29
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 14 Giugno 2018 alle 17:52:53

Media Carducci, Angeli: 'Ora basta ritardi, pretendiamo dalla Prociv tempi certi'

L'assessore, a nome del Comune, batte i pugni: 'Costruire bene e in fretta si puo' e noi lo abbiamo dimostrato con la scuola di Scafali'

"Che la Protezione civile prenda esempio, quando si parla di costruzione di scuole, dal 'modello Foligno' in questo modo potrebbe dare tempi certi e non un continuo slittamento di date. Ora basta, per rispetto degli alunni e dei genitopri pretendiamo tempi certi, altrimenti si organizzeremno in modo diverso".


Il Comune non ci sta più al rincorrersi di date per l'inizio dei lavori per la nuova scuola Carducci da parte della Protezione civile. E' l'assessore Graziano Angeli che, prende la parola e specifica: "Noi con questi ritardi non c'entriamo nulla, anzi, siamo anche noi, insieme a scuola, alunni e genitori, parte lesa". 


L'ennesimo ritardo da parte della partenza dei lavori annunciato dalla Protezione civile ha fatto scatenare, di nuovo,  l'ira del Comune. Alfiero Moretti, del servizio di organizzazione e sviluppo della protezione civile, infatti, aveva spiegato che il progetto e la conferenza dei servizi si erano concluse e che ora erano in atto le verifiche sismiche, per le quali, la Prociv non aveva certezza riguardo i tempi. Nessun impedimento insormontabile, insomma, ma bisogna solo attendere ancora.


Un'attesa che, però, ha spazientito, e non poco, i genitori, Il Comitato scolastico per genitori, infatti, chiede tempi certi in modo che sia possibile per le famiglie che il prossimo anno scolastico iscriveranno i propri figli alle scuole medie di poter valutare se iscriverli, o meno, alla Carducci che non potrà contare sulla nuova sede di via dei Molini.


"Noi abbiamo dimostrato che le scuole si possono costruire bene e velocemente- aggiunge Angeli -  come stiamo facendo con la scuola di Scafali. Prendessero d'esempio il modello scolastico comunale di Foligno che ci chiedono da tutta Italia". Angeli parla di ritardi inaccettabili e sottolinea, ancora una volta, l'estraneità del Comune in questa operazione. Almeno fino a quando non inizieranno i lavori veri e propri: in quel momento, la direzione dell'intervento spetterà agli uffici comunali folignati che potranno, così, vigilare sul rispetto dei tempi. 


"Abbiamo rispettato i tempi su ciò che era di nostra competenza - spiega Angeli - lo scorso anno, infatti, abbiamo effettuato le demolizione entro aprile, come ci era stato chiesto. Addirittura avevano fatto un bando e trovato i locali che avrebbero ospitato tutti gli alunni nell'attesa della nuova scuola, ma ci avevano detto che i tempi per la ricostruzione della nuova Carducci sarebbero stati celeri e, così, abbiamo rinunciato a questa soluzione preferendone, quindi, una tampone, visto che ci avevano assicurato tempi veloci".


Angeli ricorda la serie di date e di rassicurazione da parte della Prociv: "Ci avevano detto prima ottobre 2017 - spiega - poi gennaio, aprile, poi giugno. Non è più tollerabile un simile ritardo. Ora ci aspettiamo tempi certi, altrimenti siamo pronti a trovare una soluzione diversa e più agevole per tutti gli alunni. E' una questione di correttezza e di rispetto".

Ricordiamo che la scuola è inagibile dal terremoto dell'agosto 2016 e che gli alunni sono stati trasferiti (e hanno continuato le lezioni) nelle aule della Caserma Gonzaga ed altri all'interno della scuola media Piermarini.


Nella foto, Angeli e tecnici al cantiere della scuola di Scafali


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Principe
Vus Com