folignonline
Edizione del 21 Luglio 2018, ultimo aggiornamento alle 22:53:06
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 23 Giugno 2018 alle 19:32:10

Venti anni di gemellaggio Csi Vicenza e Foligno 'suggellati' dal campione del mondo, Paolo Rossi

Delegazione dell'Ente di promozione veneta a Foligno: dopo la staffetta e la fiaccola da Santa Maria degli Angeli. emozionante cerimonia nella sala consiliare [Fotogallery]

E' stato siglato, di nuovo, dopo 20 anni il patto di gemellaggio fra il Centro sportivo italiano di Foligno e il Csi di Vicenza: un atto che è stato "avallato" dal sindaco di Foligno che ha apposto, sulla pergamena, l'ufficialità.


Una cerimonia semplice, ma sentita quella che si è svolta s abato 16 giugno nella sala consiliare di Foligno alla presenza del sindaco Nando Mismetti, degli assessori Graziano Angeli e Maura Franquillo, del delegato allo sport, Enrico Tortolini, e dell'assessore regionale, Luca Barberini.


Sugli scranni della sala del consiglo comunale il presidente del Csi di Foligno, Giovanni Noli, quello di Vicenza, Alessandra Magnabosco (alla presenza del presidente regionale del Csi, Roberto Pascucci, degli ex presidenti del Csi vicentino, Enrico Mastella, e Francesco Emanuele per Foligno) sono stati illustrati gli eventi e le iniziative più importanti che si sono svolte in questi ultimi 20 anni.


Noli ha ricordato il periodo difficile del terremoto e la solidarietà ricevuta dal Csi di Vicenza, con il quale poi, questa amicizia è andata avanti sfociando in un gemellaggio che ha visto una lunga serie di corsi, attività, scambi vari che sono andati avanti dal 1998 al 2001 quando si è concretizzato l'atto mettendo nero su bianco questo "patto".


Amicizia e condivisione di eventi: come quello della Giostra della Quintana: una delegazione del Csi vicentino, ormai da anni, arriva a Foligno per vivere la magia della kermesse cavalleresca, immergendosi nel clima festoso delle taverne, godendo dell'impareggiabile corteo storico (come hanno fatto ieri sera per il corteggio), e poi sedendosi sulle poltroncine al Campo de li Giochi per assistere alla Giostra.


Ricordati sia Gec Marchetto, consigliere dell'ente di promozione sportiva di Vicenza (al quale il "gemello" Csi Foligno ha dedicato una stanza nella sede di via Nino Bixio) e Lodovico Mattoni, presidente della Cantina Terre de' Trinci, scomparso a maggio ed "amico" dei due Comitati.


La presidente Alessandra Magnabosco ha ricordato le tappe fondamentali di questa amicizia e ha portato i saluti dell'amministrazione comunale vicentina.


"Solidarietà e volontariato: sono stati questi i valori importanti del dopo terremoto 1997 - ha detto il sindaco Mismetti ringraziando il comitato vicentino - E' importante per noi che condividiate anche la nostra Quintana".


Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'intervento del consigliere regionale Luca Barberini. "La capacità e la forza di reagire l'abbiamo ritrovate grazie alla solidarietà, alla presenza di giovani e di volontari. Il Csi è una presenza importante sul territorio".


"Io sono un tesserato Csi, un giocatore di calcio a 5 nei tornei che l'ente di promozione sportiva organizza - ha detto l'assessore Graziano Angeli - Saluto gli amici del Csi di Vicenza per la presenza anche alla nostra manifestazione. Con il Csi si comunicano i valori importanti dello sport".


"Grazie a Noli e al Csi - ha detto l'assessore Maura Franquillo - si sottolineano i valori importanti dello sport che è uno strumento educativo importante Grazie a tutto il Csi per quello che fate e grazie al Comitato di Vicenza per esserci stato vicino nel periodo più difficile vissuto dalla nostra città".


"Mi associo a quanto detto finora - ha spiegato Enrico Tortolini, delegato del sindaco allo sport - Lo sport a Foligno è cresciuto , così come le associazioni e, grazie all'impegno di tutti che siamo riusciti a diventare città Europea dello sport per il 2018. Io sono sempre in mezzo al Csi, 20 anni f, fra l'altro, ero un tecnico dell'associazione". Il presidente regionale del Csi, Roberto Pascucci, ha sottolineato oltre al legame con il "Gemello" di Vicenza l'importanza di avere dopo la legge regionale sullo sport per tutti anche i relativi finanziamenti.
" La mia formazione sportiva - ha detto Francesco Emanuele - l'ho avuta nel Csi. Ho fatto di tutto: da arbitro a presidente, a consigliere nazionale, a presidente dei Provibiri nazionale prima di fondare il Comitato Paraolimpico. Ho avuto la fortuna di avere un grande fratello e un grande amico in Giovanni Noli".
Durante la cerimonia è stato fatto ascoltare ai presenti un messaggio audio inviato da Paolo Rossi, campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982: Rossi si è rammaricato di non poter essere stato presente alla cerimonia, per impegni calcistici, ma ha inviato i saluti a tutti i presenti.


Poi lo scambio di doni: gagliardetti confezionati ad hoc con il tema del gemellaggio, bottiglie di vino (per Foligno della Cantina Terra de' Trinci) con etichetta che ricorda i due giorni di gemellaggio), targhe e quadri ricordando il "passaggio di testimone": nel 2017 era stata Vicenza Città Europea dello Sport.



I festeggiamenti per il gemellaggio erano cominciati venerdì pomeriggio con la partenza della fiaccola da Santa Maria degli Angeli (da parte degli atleti dell'Atletica Winner Foligno, Atletica Educare al Movimento e Atletica Occhio al testimone) e con l'arrivo a Foligno in piazza della Repubblica, al cospetto dei tamburini del rione Cassero.


La delegazione vicentina ha poi assistito alla sfilata del corteo storico in piazza San Domenico e alla Giostra della Quintana. Domenica, invece, visita a Bevagna, al Mercato delle Gaite e cena alla "Mangeria", sempre a Bevagna


 


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Vus Com
Principe