folignonline
Edizione del 08 Dicembre 2019, ultimo aggiornamento alle 00:44:20
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
SERFIN - Annuncio di LAVORO

Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 25 Novembre 2019 alle 20:23:22

'Nati 2 volte', fra poche ore anteprima nazionale del film ispirato alla vita di Simona Toni, nel cast anche un'altra eccellenza folignate l'attrice, modella e presentatrice Eleonora Pieroni

Protagonista Foligno, le sue vie, i suoi vicoli e molti folignati [Fotogallery]

Nati 2 volte' di Pierluigi Di Lallo, in sala dal 28 novembre con Zenit Distribution, ma fra poche ore in prima nazionale proprio a Foligno, città protagonista della pellicola racconta di un difficile passaggio, dal corpo di donna, non sentito come proprio, a quello di uomo, superando pregiudizi e burocrazia. Il cambio di sesso si racconta così sul grande schermo, attraverso un film che ne ripercorre gli ostacoli che ancora oggi si ritrova ad affrontare chi decide di intraprendere questa strada.


Un film ispirato a storie reali, come quella di Simona Toni make up artist volto noto della tv, protagonista di rubriche e programmi di intrattenimento, che ha vissuto l'esperienza in senso inverso. Una testimonianza, la sua, che è servita a rifinire la sceneggiatura nei dettagli legati all'iter di "transizione".


La pellicola verrà proiettata in anteprima proprio oggi, alle ore 18, al Supercinema di Foligno, città dove è stato interamente girato il film, alla presenza del regista, Luigi Di Lallo, e di alcuni protagonisti, come Fabio Troiano. E, naturalmente, di Simona Toni, nata a Foligno, la città in cui ha vissuto l'esperienza sulla sua pelle e di un'altra folignate di eccezione come la presentatrice, attrice e indossatrice internazionale, Eleonora Pieroni che è stata protagonista di una scena nel film.


Una storia transgender raccontata in maniera leggera e profonda. È questa la sfida che "Nati 2 volte" è riuscita a compiere. Attraverso il gioco degli equivoci e quello dei pregiudizi, l'eterna scelta tra la grande città e la provincia, il conflitto interiore e quello, inevitabile, legato alle relazioni con le persone che si amano, la scelta, spesso dolorosa, di diventare finalmente donne, o uomini, o semplicemente se stessi.


"Mi riempie di orgoglio l'uscita di ‘Nati 2 volte', che in parte s'ispira alla mia vita - afferma Simona Toni - Io, come Teresa (la protagonista del film che diventerà Maurizio) ho vissuto un'adolescenza difficile a Foligno, dove ho subito atti di bullismo e discriminazione. Sono passati tanti anni, più di 20, credo che le persone siano cambiate. Di passi avanti se ne sono fatti, ma guardarsi indietro può servire a ricordare ciò che non deve accadere più! Toccare un tema come il disturbo d'identità di genere ha una grande importanza, può aiutare quelle famiglie che si trovano ad affrontare questo percorso con un loro caro, sensibilizza l'opinione pubblica e magari dà un incentivo alla burocrazia ancora troppo lenta. Nella vita è possibile essere la persona dei propri sogni, così come è possibile sciogliere un pregiudizio con l'amore...".


Tra commedia e dramma il film, ispirato a una storia vera, inizia con il ritorno a Foligno, dopo venticinque anni di auto esilio a Milano, del quarantenne Maurizio (Fabio Troiano).
Motivo di questo ritorno nella città natale? Accelerare la procedura di rettifica del certificato di nascita per completare il processo di transizione con cui da donna che era (con il nome di Teresa) è diventato un uomo. L'ufficiale di stato civile che dovrebbe accogliere la semplice operazione burocratica è Giorgio De Santo, il suo primo e unico fidanzato, ma quando se lo ritrova di fronte Maurizio non riesce a dirgli la verità. Parte così tutta una serie di equivoci, che lo porterà a fare i conti con il passato che sperava di essersi lasciato alle spalle. Inoltre, Maurizio si invaghisce di Paula (Axen), attraente paladina dei diritti civili e compagna di Giorgio (Marco Palvetti).


Nel cast del film, che ha vinto il Premio del Pubblico all'ICFF Italian Contemporary Film Festival di Toronto, anche Euridice Axen, l'attrice transgender Vittoria Schisano, Rosalinda Celentano Daniela Giordano, Riccardo Graziosi, Gabriele Cirilli, Umberto Smaila, Morena Gentile, Tiziana Di Tonno, Laura D'Annibale, Nini Salerno, Catena Fiorello e con la partecipazione straordinaria di Francesco Pannofino e, come dicevamo, dell'attrice, presentatrice e modella internazionale, l'artista folignate Eleonora Pieroni, diventata ormai una personalità italiana popolare nel jet set americano.


Non è la prima volta che la Pieroni torna per girare un film in Umbria, infatti Eleonora ha girato lo scorso anno a Spoleto nel film ‘Copperman' con l'attore Luca Argentero. 


Tante sono le altre novità che si prospettano per la Pieroni quest'anno; dal 2020 debutterà nella serie TV ‘Paper Empire' su NetFlix dove interpreta il ruolo di sè stessa, super modella Sex symbol italiana in America.


Eleonora oltre ad essere attrice è anche una presentatrice di successo di molti eventi e Festival che si svolgono a New York dedicati al cinema e alla musica. La Pieroni inoltre scrive per la rubrica online ‘Un'italiana a New York' e ha condotto per il canale I-Italy.


Per la sua carriera artistica e per la promozione della regione Umbria e della giostra della Quintana di Foligno avvenuta durante il Columbus Day a New York, la Pieroni è stata premiata come ‘Personalità italiana che promuove il made in Italy e la cultura italiana in America'.


 

Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Axis Italy
Marco Post
Ristorante al Palazzaccio
Sicaf